2GruppoChiara600.jpg3InCerchio_600.jpg

Cammino sotto un cielo di seta

E’ una domenica mattina è appena uscito il sole, il cielo trema, si sono aperti i nuvoloni. Attraverso mille stradine, attorno a me solo silenzio, ogni passo un’emozione, un sogno. Mi sdraio su un prato verde e morbido a riflettere e guardo in su verso il cielo, un cielo di seta, cercando il dialogo con lui. Poi riprendo il cammino

pochi passi più in là una sorgente, acqua limpida che scivola fra i sassi e l’erba, silenziosa, scorre fra i prati e sotto i ponti senza mai fermarsi. Non ha paura di niente e di nessuno. Si alza un’ aria leggera che lentamente si allontana muovendo i fili d’erba attorno e poi pace e musica. Fiori di tutti i colori, che si raddrizzano in un batter d’occhio in cerca di un qualcosa, che si mettono a far chiacchiere fra di loro e che sembrano ridere al sole. Distese di prati verdi e di farfalle libere che giocano e scherzano trasportate dal vento. Formiche in processione e grilli che farfugliano fra di loro. Alzo gli occhi verso la montagna e la vedo ogni giorno sempre più bella e che va a perdersi dove non si sa. In cima alla strada ,all’ombra degli abeti, tutto solitario un povero capitello, a fargli compagnia un mazzi di fiori appassiti. Scoiattoli che saltano da un albero all’altro. Sentieri ripidi che tagliano la montagna e che ti portano dove vuoi senza una meta, una destinazione. In lontananza puntini neri che volano sopra gli alberi senza una destinazione precisa e che ogni tanto si fermano sui rami per riposare e per cantare. Baiti vecchi, di sassi, abbandonati in balia del tempo. In lontananza il suono delle campane… Il cammino è una cosa fantastica, il bosco e la natura ti regalano forti emozioni e tutti ti lasciano nel cuore mille ricordi da conservare e mai da buttare….

Serena Giacomelli

Torna indietro