2GruppoChiara600.jpg3InCerchio_600.jpg

I miei passi nei boschi

Alto nel cielo il sole apre la giornata facendo capolino da dietro alla montagna. Bussa alle finestre delle case chiedendo loro il permesso di entrare mentre la gente sta dormendo ancora. Rondini che volano assieme e che a momenti sembrano una unica, cantano e continuano a girare legate da un filo,quel filo che nessuno mai spezzerà. Sulla montagna si svegliano i larici, saltano gli

scoiattoli e cantano gli uccelli. Un lugherino che fischietta come un pazzo sui rami di un abete e il vento che tace per lasciarlo cantare. Il merlo che danza sui cespugli, ogni tanto cerca tra l’erba e allungando il becco sfama i suoi piccolini. Qualche fiore nato in mezzo alla prima erba. Cadono le foglie secche e l’aria sottile come uno spillo che ti punge la faccia. Gli alberi che il vento riesce a piegare come se fossero pagliuzze da accarezzare, li sbatte a gran veloce da una parte all’altra affinchè li piega le cime e le lascia lì a penzoloni. Boschi pieni di castagne grosse, buone, dolci e saporite. Attorno l’edera ricopre i muretti e vicino una sorgente silenziosa si fa largo litigando con i sassi e con l’erba. Ciclamini cresciuti all’ombra delle felci, ciclamini a cinque punte con le foglie rotonde fatte a cuoricino. I mughetti, fiocchi di neve, dimenticati dal sole, che sbirciano fuori dalle pagliuzze. Fragoline, sparpagliate dappertutto e mirtilli sotto un tappeto di foglie, foglioline lucide che tremano al sibilo del vento.Il cammino è una cosa fantastica, il bosco e la natura ti regalano forti emozioni e tutti ti lasciano nel cuore mille ricordi da conservare e mai da buttare….

Serena Giacomelli

Torna indietro